sab 25 lug | Villa Rossi

La storia della musica del futuro - Santorso (VI)

La registrazione è stata chiusa
La storia della musica del futuro - Santorso (VI)

Orario & Sede

25 lug 2020, 21:00
Villa Rossi, 36014 Santorso VI, Italia

L'evento

Sabato 25 luglio 2020 Ore 21 Ruben Camillas presenta "La Storia della Musica del Futuro" scritto da I Camillas. Conducono i ragazzi di Ingrumá. Presentazione del libro "La Storia della Musica del Futuro" è stato scritto da Ruben e Zagor Camillas nell’inverno 2019/2020. Sarebbe uscito ad aprile 2020. Ma Zagor/Mirko Bertuccioli è purtroppo scomparso il 14 aprile, a causa del covid-19. Tutto è cambiato di segno. Ma non il desiderio e la necessità di condividere le parole e le forme del raccontare. E così il libro è uscito e viene presentato in giro per il mondo. Circola, vive, accende pensieri ed emozioni. Diventa memoria accesa, luccicante. La Storia della Musica del Futuro è stata pubblicata da People Edizioni, nella collana People Records, diretta da Paolo Benvegnù in collaborazione con Blackcandy Produzioni. E’ un libro magico. Contiene parole che permettono di modificare la realtà. Il primo effetto è trasformare i pensieri in molle, che si allungano e ritornano indietro. E fanno quel rumorino dolcissimo…ddoooooiiinnnggg, che ti tiene compagnia quando improvvisamente capisci la fragilità della permanenza ed assieme la lo solidità delle relazioni, degli occhi negli occhi, delle voci che si chiamano da distante. E già questo è un buon motivo per leggerlo ed ascoltarlo. Poi è un libro che non ha un verso e puoi aprirlo in qualsiasi punto e costruire un tuo percorso personale all’interno della musica del futuro. Tutto è piano e ben ordinato, uno scaffale di eventi e dati, microstorie e analisi sociopolitiche. E ti accorgerai che ad un certo punto sarai lì a chiederti: ma perché rido? Di cosa sto ridendo? Attendiamo risposte. ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ I CAMILLAS - DUO/TRIO POP • MINIMAL • HARDCORE Strettamente legati alla cultura musicale italiana, si richiamano direttamente ed indirettamente ad alcune fonti espressive indigene ed internazionali: il beatpop degli anni 60, con tutto il suo sforzo di liberarsi dall’anglodominio ed aprirsi alla concretezza italica; le melodie postclassiciste, nel loro incarnarsi trasversale in tipi come Carella e nel loro perpetuarsi stabile nelle canzoni da classifica o in quelle da lampo estivo (e qui non ci sono limiti temporali, sbalzati lungo i decenni come bambini su di un bob); la musica fintorock; il minimalismo radicale o quello pop, soprattutto americano e soprattutto organo ed harmonium; il suono inglese dall’85 al 95, ma non proprio gli Smiths, proprio no; il pop apocalittico e il gioco della fine del mondo. *** I concerti si svolgeranno nel rispetto delle norme per fronteggiare l'emergenza sanitaria Covid19. E' caldamente consigliata la prenotazione per evitare attese all'ingresso, l'accesso agli eventi è limitato. I dati personali raccolti verranno conservati per un periodo di 14 giorni, come indicato nell' ordinanza n. 55 della Regione Veneto del 29 maggio 2020 Per partecipare prenotate a questo link 👉https://forms.gle/bHaDFVSUNhkfWVCW6

Condividi questo evento