ven 10 lug | L'ombra de vin - Bacaro Poetico

Maledetta primavera - Pavia

La registrazione è stata chiusa
Maledetta primavera - Pavia

Orario & Sede

10 lug 2020, 19:00
L'ombra de vin - Bacaro Poetico, Piazza della Vittoria, 2, 27100 Pavia PV, Italia

L'evento

Adesso è il turno di Massimiliano Loizzi con il suo nuovo romanzo: Maledetta primavera! SEMPRE E SOLO SU PRENOTAZIONE!! MALEDETTA PRIMAVERA IL “SECONDO CAPOLAVORO” DI MASSIMILIANO LOIZZI A un anno da “Quando diventi piccolo”, un nuovo romanzo per l’attore de ilTerzoSegretodiSatira  Un'altra graditissima novità letteraria in casa People: è disponibile sul sito della casa editrice (www.peoplepub.it) "Maledetta primavera", di Massimiliano Loizzi. Con una prefazione di Saverio Tommasi, una mezzofazione di Pippo Civati e una postfazione di Lodo Guenzi «Un giorno, io e la mia ragazza abbiamo detto basta alla vita di città. Abbiamo sentito il nostro bimbo e la nostra bimba lamentarsi perché avevano le mani sporche di terra, nonché una paura fottuta degli insetti e di rotolarsi nell’erba, e abbiamo deciso, in quell’esatto istante, che saremmo andati a vivere in campagna. Abbiamo affittato un furgone, abbiamo caricato tutte le nostre cose e ci siamo trasferiti. Pochi mesi dopo è scoppiata una pandemia.» Con queste parole Massimiliano Loizzi ci introduce al suo “secondo capolavoro”, un racconto tra satira e poesia di quella maledetta primavera in cui il mondo si è fermato. Non un romanzo sulla quarantena, ma un romanzo in quarantena. Abituato alla vita raminga della tournée, un attore può finalmente esaudire il desiderio di passare più tempo con i propri figli (anzi, con “il piccolino grande” e “la piccolina piccola”), che diventano il pubblico privilegiato della messa in scena di favole reinterpretate dal loro “papone” e compagni di avventure nel microcosmo del paese di campagna, popolato da personaggi in bilico tra realtà e fantasia «perché alla fine un uomo, o una donna, a furia di raccontare le sue storie, diventa quelle storie.» •  Come racconta GIUSEPPE CIVATI nella sua "mezzofazione", «è, quella di Loizzi, una “quarantena comunque”. Il milanese in campagna è un luogo letterario talmente abusato che soltanto la sua dolcezza mista a fastidio consente all’autore di reinterpretare, a modo suo, conscio che un libro sulla quarantena non l’avrebbe letto nessuno, ma uno scritto in quarantena forse sì.» •  Per SAVERIO TOMMASI, autore della prefazione, «la gente comune in quarantena al massimo ha fatto la pizza o impastato roba che poi ha fritto oppure ha litigato di più, o tolto le incrostazioni dal water o è stata licenziata; Loizzi invece ha scritto un libro e ha trovato un editore.» •  «Che poi lo scrittore non faceva l’attore? E io non facevo musica? E il diploma in arte drammatica? E la tv? E il cinema? Davvero, esiste più nessuno che fa il suo mestiere? O che ne fa uno solo? Esistono i mestieri?», ha commentato LODO GUENZI de Lo Stato Sociale nella sua postfazione. Massimiliano Loizzi è attore, stand-up comedian e scrittore. Sin dal 2003 collabora con Paolo Rossi in vari spettacoli. Ha lavorato, fra gli altri, con Renato Sarti, Tullio Solenghi, Antonio Latella, Gabriele Lavia. Ha curato per due stagioni la copertina di PiazzaVerdi su RadioRai3. Volto noto del web, dal 2011 è nel collettivo ilTerzoSegretodiSatira, con cui ha recitato nel ruolo di protagonista nella serie Sandro (in coppia con Francesco Mandelli), nonché nel loro primo lungometraggio Si muore tutti democristiani, presentato al Festival del Cinema di Roma nel 2017. Ha recitato in diversi in film e cortometraggi, fra i quali Lovers di Matteo Vicino e Gli sdraiati di Francesca Archibugi. Dal 2019 cura una rubrica settimanale per FanPage.  Come autore ha pubblicato Quando diventi piccolo (Fabbri 2019).

Condividi questo evento