photo_2021-09-01_22-24-15.jpg

IMMAGINARIO
di e con Giuseppe Civati

Tra letteratura e politica, l'immaginazione. Quella pericolosa dei complotti, quella ambigua delle strumentalizzazioni e delle invenzioni storiografiche, quella che dà speranza e senso di futuro. Da sempre e, finché ci sarà l'umanità, per sempre. Una lettura dedicata a ciò che immaginiamo, alle storie che ci ispirano, a ciò che ci consente di superare il quotidiano e quel presente che ci definisce e qualifica ma che rischia anche di limitarci e di chiuderci alle possibilità diverse e, quindi, alle alternative.

«Alla politica attuale, quella a cui siamo abituati, sembrano mancare alcuni elementi che nelle fantasie di complotto hanno grande successo. La passione, la sensazione di far parte di una comunità, la missione da compiere, un progetto “grande” che coinvolga le persone, il ristabilimento di una condizione di giustizia e la speranza – banale quanto si vuole ma necessaria – di poter stare meglio. Non ci sono più “miti” e, se ci sono, sono soltanto negativi.

All’illusione della fantasia di complotto corrisponde troppo spesso una disillusione basata su un realismo deprimente e depresso.»

Giuseppe Civati – Dottore di ricerca in filosofia, già deputato e segretario di Possibile. Ha scritto numerose pubblicazioni tra cui Qualcuno ci giudicherà (Einaudi 2014) e Voi sapete (La nave di Teseo 2018). Per People ha curato Liliana Segre. Il mare nero dell’indifferenza (2019), Il piano Langer (2019), Una meravigliosa posizione (2020), Laico (2020), L’ignoranza non ha mai aiutato nessuno (2021), Non siete fascisti ma (2021) e Gli uccelli ci spiano (ed altre fantasie di complotto) (2022).

Con Marco Tiberi ha scritto il romanzo Fine (2019).

Per maggiori info e per organizzare un reading, scrivi a info@peoplepub.it